03/06/20203 Tempo di lettura

Birre trappiste: Un'esperienza religiosa nella birra artigianale

Quando si gusta una birra trappista non c’è alcun motivo per sentirsi in colpa, infatti tutti i profitti vengono donati ad un’associazione o utilizzati per il restauro dei monasteri. Sì, è proprio così. bevendo birra è possibile aiutare il prossimo.


Veri e propri riferimenti nel mondo della birra artigianale, le trappiste sono delle meraviglie sempre piacevoli da scoprire. Ottenere l’autenticazione ATP è molto difficile, la birra trappista deve essere prodotta dai monaci o sotto il loro esclusivo controllo all’interno del monastero. Inoltre, i profitti di queste vendite saranno utilizzati per il restauro degli edifici religiosi o donati direttamente ad enti di beneficenza. (Ci spiace dirtelo, queste spese non sono deducibili dalle tasse).


Vogliamo dedicare questo articolo esclusivamente alle nostre 5 migliori birre trappiste.

1/ Westmalle Tripel, la Regina delle Tripels

Essendo la prima birra nel suo stile, Westmalle è una birra belga considerata la madre di tutte le Tripels. La prima birra è stata prodotta nel 1934 con ingredienti rigorosamente selezionati, come un lievito che è lo stesso dal 1956 e che influenza notevolmente la complessità aromatica e gustativa della birra. Il suo colore giallo dorato è cosparso di una moltitudine di bollicine fini che salgono in superficie a formare una schiuma spessa ed ariosa. Se avvicini il naso, percepirai aromi di luppolo, spezie, lievito, fiori e arancia. E’ una birra forte, perfetta da condividere durante una degustazione.

2/ Tynt Meadow, la Nuova

Fresca di tino e recentemente sbarcata in Italia, Tynt Meadow è una vecchia birra inglese, prodotta con luppolo ed orzo inglese. Si presenta di colore marrone mogano con riflessi rossi ed una schiuma beige persistente da cui si diffondono aromi di cioccolato fondente, caramello, liquirizia, fico, pepe e frutta secca. E’ una esplosione di sapori, ma fai attenzione che la sua temperatura di degustazione non sia troppo fredda, altrimenti potrebbe perdere alcune delle sue caratteristiche. La temperatura ideale è 10°C.

3/ Orval, la Leggendaria

Prodotta per la prima volta nel 1932, Orval è una birra belga di colore ambrato con una pronunciata amarezza, elaborata con malti pale, un pò di malto caramellato, zucchero e lieviti di birra. Segue un periodo di conservazione di due settimane durante le quali viene aggiunto un nuovo lievito di fermentazione spontanea che le conferisce il suo carattere leggermente acido. Orval prende il nome e la sua storia dalla contessa Mathilde, che, volendo bere da un ruscello mentre era a passeggio nella foresta, fece cadere la sua fede nuziale in acqua. Implorando l’aiuto della Vergine, quest’ultima mandò una trota negli abissi in cerca della sua fede per riportarla a galla e restituirgliela. Da quel momento in poi, la contessa parlò di una valle dorata, in francese val d’or. Prova a cambiare l’ordine delle parole...e scoprirai il resto.

4/ Westvleteren, la Rara

Per accaparrarti una Westvleteren devi essere determinato come non lo sei mai stato. Prima di tutto, devi chiamare l’abbazia per prenotare le casse di birra, massimo 3 ogni due mesi(e dovresti sentirti fortunato se qualcuno ti risponde al telefono). Poi, devi dare il tuo numero di targa ed essere disponibile per la data che ti indicano loro, sapendo che le fasce orarie sono molto limitate. Tuttavia, se vuoi essere sicuro di assaggiarla, il miglior modo è recarsi al centro di accoglienza “In de Vrede” che si trova di fronte l’abbazia. Quì puoi degustare Westvleteren XII, una birra marrone con note complesse ed intense di caramello, frutta secca e vaniglia, con un accenno di cioccolato.

5/ Rochefort 10, la Potente

Se pensi che Rochefort 10 abbia il 10% di alcool, sappi che non è così, visto che questa meraviglia belga ha una gradazione dell’11,3%. Questo 10 indica una vecchia unità di misura del suo contenuto alcolico ed esprime un centesimo della gravità del mosto prima della fermentazione. Prodotta nell’Abbazia di Notre Dame de Saint-Remy di Rochefort, in Belgio, dal 1950 è stata originariamente definita “Merveille”, “meraviglia” in italiano, per via del suo bel corpo marrone sormontato da una cremosa schiuma beige, ma anche per i suoi intensi aromi di prugna, caramello, cioccolato e malto tostato. E’ la birra ideale per concludere un pasto, accompagnata da una torta al cioccolato o un gelato alla vaniglia.

Scoprire le birre trappiste

Consegna in 3/5 gg

Le migliori birre artigianali direttamente a casa tua! Consegna in 3/5 giorni lavorativi approssimativamente.

Il Club

Il Club HOPT ti offre molti vantaggi a partire dal 1° ordine.

Il nostro programma fedeltà
Recensioni dei clienti 4,5/5

Il cliente è sempre al centro della nostra attenzione!

eKomi
Dal 2007

La più ampia selezione di birra online!

Chi siamo ?

Non perderti neanche una goccia!

Iscriviti alla nostra newsletter per godere dei vantaggi del nostro club fedeltà, di offerte esclusive e per ricevere tutte le ultime novità birrarie.

CHI SIAMO

HOPT.it, il webstore numero 1 delle birre artigianali. Dai un'occhiata alla nostra vasta selezione di birre artigianali, kit per la produzione e fermentazione della birra, regali e altri prodotti legati alla birra. Siamo orgogliosi di offrirti una meravigliosa selezione di più di 1300 birre artigianali provenienti da tutto il mondo. HOPT: acquista birra artigianale online!

L'abuso d'alcool è pericoloso per la salute, bevi responsabilmente

Il consumo d'alcool è vivamente sconsigliato alle donne incinte. La vendita d'alcool ai minori di 18 anni è proibita. InterDrinks, Lille, France

©2022 PerfectDraft Europe SAS